Risorse

dal 26/08/2009

Home
Notizie flash

Dopo una lunga serie di partite amichevoli, lunedì vi sarà l'esordio ufficiale per l’Aragona Calcio nel campionato provinciale Allievi.


on-line il nuovo


sito ufficiale dell'ASD ARAGONA

ARAGONA CALCIO. Nessuno è interessato alla società. Futuro incerto.

tratto da "LA SICILIA" del 15/07/2016

 


 

Aragona calcio: la fine è vicina tra l'indifferenza di tutti.

Non ci stancheremo, almeno fino a quando ci sarà speranza, di ripetere le stesse cose. Questa società è tutta dimissionaria e pertanto fa appello a tutti gli sportivi e politici aragonesi di avere il minimo interesse per non fare scomparire la U.S.D. Aragona e il titolo, per un paese come Aragona importante, come quello di Promozione. Ribadiamo che questa società non chiede nulla in cambio se non un passaggio di testimone per tirare il fiato dopo otto intense ed impegnative stagioni. La stessa dirigenza, se gli eventuali nuovi dirigenti lo riterranno opportuno, è  a disposizione per collaborare.

La Dirigenza

 

Aragona: ripulito, dopo la fine dei campionati, lo stadio comunale. Forse è iniziata la campagna elettorale visto che lunedì inizierà un torneo estivo? Ricordiamo che lo scorso 12 maggio è scaduto il Certificato Prevenzione Incendi dello stadio.

Mai come dirigenti di società ci siamo permessi di mischiare lo sport alla politica e mai lo faremo. Ai sindaci e alle amministrazioni che si sono succedute abbiamo sempre chiesto collaborazione. I soliti fuochi di paglia in campagna elettorale e poi tutto è passato nel dimenticatoio, qualcuno lo ha fatto appena eletto. Lo sport, il calcio aragonese, poco e niente interessa a questa amministrazione comunale, che per quanto ci riguarda ha solo fatto ostruzionismo, mettendo spesso, volentieri e volutamente il bastone tra le ruote. Per esempio, l’ultimo, ma ne potremmo fare a decine. In questi ultimi giorni, a campionati finiti, è stato ripulito il campo sportivo. Una pulizia fatta per bene, da cima a fondo e alla fine del mese di giugno, cioè quando dopo 9 mesi di attività con un campionato di Promozione e uno Juniores disputato in mezzo alla spazzatura, la montagna ha partorito il topolino. Il topolino dell’ennesima beffa nei confronti di una società sportiva, che con enormi sacrifici personali e senza scopo di lucro, ha fatto salti mortali per portare in giro per la Sicilia il nome di Aragona e coinvolgere nell’attività sportiva qualcosa come 150 ragazzi. Fino ad oggi, nonostante le nostre sollecitazioni, nessuno, proprio nessuno aveva preso una sola volta l’iniziativa o avuto il senso civico di fare ripulire il campo sportivo. Lo abbiamo fatto noi, anche con l’aiuto dei nostri tesserati. Certo la campagna elettorale è ormai alle porte ed accattivarsi alcune simpatie può essere più importante che avere reso un legittimo servizio alla struttura sportiva e a chi la utilizza. Magari questa poco meritevole iniziativa è come farsi un bel spot pubblicitario, facendo capire alla gente quanto bene, questa amministrazione, vuole e tiene allo sport. Non eravamo stupidi quando questa dirigenza andava a pulire i cessi degli spogliatoi o ripuliva il campo non per un torneo di due o tre settimane, ma per una intera stagione sportiva, che inizia a luglio e finisce a giugno dell’anno successivo. Certamente lo facevamo per la nostra passione e solo per il bene del calcio aragonese, che con tutto il rispetto non sono i tornei estivi di due o tre settimane, avendo sempre rispetto per quanto è stato organizzato perché sempre di calcio e sport stiamo discutendo. Avete toccato veramente il fondo, cari amministratori, anche perché cambiare le lampade fulminate delle torri faro, che questa società aveva contribuito con proprie somme e lavori a fare accendere nel 2008, è un altro segnale di propaganda elettorale, che a noi non piace. Tornare alla politica della lampadina è ritornare 30 anni indietro, le lampadine andavano cambiate ogni volta che si fulminavano e quando lo avevano chiesto le società sportive. La rovina di Aragona è tale politica o pseudo politica, che a noi sportivi poco interessa. A noi interessava avere l’acqua calda per le docce e avete fatto tagliare il gas. Interessava avere il campo pulito e non lo avete mai fatto pulire. Per un certo decoro, andavano imbiancati gli spogliatoi e non lo avete fatto e tanto altro. Sono delle piccole cose, soprattutto normali, che comunque sarebbe stati dei buoni segnali e vi avrebbero fatto onore. Invece non è stato così perchè avete mostrato l’immagine di un paese sporco quando arbitri e società di tutta la Sicilia si lamentavano per l’erbaccia, per la mancanza di acqua calda o per essersi sporcati negli spogliatoi venendo a contatto con le pareti scricchiolanti e pieni di umidità.

Siete stati grandiosi Sindaco e Assessore allo sport, questa pulizia e manutenzione vi fa veramente onore, peccato che è stata fatta in tempi sbagliati e con un ritardo di almeno 9 mesi per non dire da quasi due anni. Noi resteremo sempre obbligati per l’ottima e solerte collaborazione !. Per chiudere un bel proverbio: “ Tempu e malu tempu un dura sempri un tempu ”. Chissà se un giorno le cose cambieranno davvero, perché questo cambiamento alla U.S.D. Aragona non è affatto piaciuto!. Abbasso la Politica, fatta in questo modo. Viva in assoluto lo Sport quando viene fatto per passione.

 

IL CAMPO IL 2 LUGLIO 2016 Mai così pulito

Il Campo sportivo foto del 10-04-2016
partita Aragona-Macchitella

Portiere Macchitella: perdono tempo nascondono i palloni....
Assistente: non penso siano loro, è l'erba molto alta....

Certificato Prevenzione Incendi Stadio Comunale Aragona
scaduto il 12 maggio 2016.jpg
 

Finale Coppa Primavera Allievi

Academy Favara

3
Futura Raffadali 1

L’inerbato stadio di Aragona ha ospitato un altro evento di calcio giovanile.

L’appello di Calò Castellana per le condizioni di degrado in cui versa lo stadio Totò Russo.

Academy Favara: Grova (1’st Milioto), Vaccaro, Vinci, Pullara, Castronovo (24’st Capizzi), Niesi, Bonaffino (1’st Maria), Di Stefano, Alcamisi, Chianetta (14’st Zambito Marsala), Saieva (35’ st Piscopo). All. Tonino Cusumano.

Futura Raffadali: Intilla (40’st Vizzi), Attardo, Falci (1’st Rizzo), Borsellino, Cardella, Gambino, Cuffaro, Amato (24’st Neri), Di Salvo (14’st Amato), Maragliano, Russotto. All. Antonio Vizzi.

Arbitro: Cacciatore di Agrigento.

Reti: 32’pt Russotto, 40’pt Bonaffino, 27’ st Saieva, 33’ st Alcamisi.

Dopo la finale per l’assegnazione del titolo provinciale Allievi vinto dalla Sangiovannese, lo stadio di Aragona, purtroppo sempre più inerbato e trascurato dall’amministrazione comunale, ha ospitato un'altra finale, quella della coppa Primavera Allievi. Un torneo sperimentale di fine stagione organizzato dal Comitato Provinciale Figc di Agrigento presieduto da Stefano Valenti per premiare la formazioni che in campionato si sono classificate dal terzo al quinto posto. La finale ha messo a confronto l’Academy Favara di Tonino Cusumano e la Futura Raffadali di Antonio Vizzi. La partita è stata per un’ora equilibrata, alla fine ad avere la meglio è stata la squadra favarese, che alla lunga ha legittimato il successo. Dopo le prime schermaglie inziali a portarsi in vantaggio sono stati i raffadalesi del presidente Onofrio Vizzi. Al 32’ del primo tempo, infatti, Russotto ribadiva in rete una corta respinta di Grova. Al 40’ il meritato pareggio dell’Academy Favara realizzato da Bonaffino, su assist di Saieva. L’esterno destro trovava lo spiraglio giusto per battere Intilla. Nella ripresa al 24’ la rete del sorpasso dei favaresi realizzata da Giuseppe Saieva con un bel diagonale che non lasciava scampo ad Intilla. Un minuto dopo la Futura Raffadali aveva l’occasione per pareggiare, ma Russotto, a porta spalancata, calciava male e consentiva a Vaccaro di salvare sulla linea. Al 33’ Alcamisi in contropiede metteva al sicuro il risultato realizzando la rete del 3-1. A fine partita il discorso finale del presidente Valenti e la premiazione dei protagonisti, a partire dall’ottimo arbitro Salvatore Cacciatore alle due squadre, che hanno onorato il calcio giocando in maniera leale e corretta.

Ritornando al discorso iniziale su come viene tenuta la struttura è intervenuto Calò Castellana, decano del calcio aragonese, che calcisticamente ha cresciuto diverse generazioni di ragazzi. << E’ un vero peccato ospitare giovani di altri paesi, in questo caso di Favara e Raffadali e la scorsa settimana di Canicattì e San Giovanni Gemini – dice Castellana – non riesco ancora a spiegarmi come questa amministrazione comunale sia così insensibile ai problemi legati allo sport. Cara amministrazione, caro sindaco Parello, avete l’idea di come il calcio sia un ottimo deterrente per i giovani del nostro paese?. Non è possibile tenere il campo sporco e pieno di erbacce, come non è possibile tenere gli spogliatoi in questo stato di degrado e senza la minima manutenzione. Datevi una svegliata altrimenti come tutte le altre cose che stanno portando il paese al baratro, arriverà anche la morte del calcio aragonese >>.

Tonino Butera

 

LA PREMIAZIONE L'ACADEMY FAVARA VINCITRICE DELLA COPPA PRIMAVERA ALLIEVI PREMIAZIONE FUTURA RAFFADALI

TUTTI ASSIEME PER UNA FOTO RICORDO CALO' CASTELLANA IN MEZZO ALL'ERBACCE
 

ARAGONA - CERCANSI NUOVI DIRIGENTI.

tratto dal "GIORNALE DI SICILIA" del 01/07/2016

 


 

 

PROMOZIONE - Aragona a forte rischio

tratto da "LA SICILIA" del 28/06/2016

Ad Aragona non si muove foglia e la squadra che milita nel campionato di Promozione rischia seriamente di non essere ai nastri di partenza per la prossima stagione agonistica che prenderà ufficialmente il via il prossimo primo di luglio.

La Figc, con l'ultimo comunicato ufficiale. ha fissato il termine di iscrizione al 21 luglio, ma di programmazione per il futuro, in casa biancazzurra. non se ne parla proprio.

Il direttivo in carica, già subito dopo l'ultima partita di campionato, ha rassegnato le dimissioni anche per dare spazio ad altri sportivi aragonesi. che hanno a cuore le sorti dell'Aragona. «Purtroppo ad oggi nessuno si è fatto avanti per rilevare la società - dicono i dirigenti dimissionari - ribadiamo che il nostro disimpegno è frutto di una fisiologica stanchezza e in ogni caso lasciamo una società sana e pronta a ripartire senza grossi affanni.

L'Aragona è un patrimonio della città e anche l'amministrazione comunale, con in testa il sindaco e · l'assessore allo sport, hanno il dovere morale di trovare delle soluzioni per non fare scomparire l'Aragona calcio. Il nostro auspicio è che qualcuno si prenda l'onore e l'onere di iscrivere la squadra al prossimo campionato di Promozione.

Sarebbe un vero peccato che l'Aragona, dopo diversi anni di onorata attività e gli ultimi sei campionati giocati in Promozione, scompaia dalla mappa calcistica del calcio siciliano. Il rischio comunque appare molto elevato.

 

 

 
Altri articoli...

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 145

Prossimi Incontri
Chi è online
 20 visitatori online
CLASSIFICA
SQUADRA Punti

Sport Club Nissa 1962
Promossa in Eccellenza

66
Licata 60
Canicattì 57
Ragusa Calcio 55
Atletico Gela ( -1 ) 42
Santa Croce 38
New Team Ragusa 32
Ravanusa 30
Aragona 30
Atletico Caltanissetta 30
Macchitella Gela 29
Marina di Ragusa 26
Casteltermini 26
Comiso 25
Polisportiva Palma 22

CAMPAGNA

SCENDIAMO TUTTI IN CAMPO

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information