Risorse

dal 26/08/2009

Home
Notizie flash

Marina di Ragusa  3  Aragona 1

Oggi ultima partita di campionato.
L'Aragona a Ragusa contro il Marina di Ragusa.

  • SPONSOR UFFICIALI USD ARAGONA
  • SPONSOR UFFICIALI USD ARAGONA
  • SPONSOR UFFICIALI USD ARAGONA

La società U.S.D. Aragona Calcio si associa al dolore della famiglia Vullo per la prematura scomparsa dell'amico Maurizio.

La società U.S.D. Aragona Calcio si associa al dolore della famiglia Vullo per la prematura scomparsa dell'amico Maurizio stimato uomo di sport, persona sempre disponibile e grande conoscitore di calcio. Un un momento di grande commozione ricordiamo il tuo sorriso, che lo stesso e il tuo insegnamento possa illuminare la vita dei tuoi cari in un momento di grande dolore.

 

Finale Play Off di Promozione girone D Licata sconfitto 3 a 2 dal Canicattì ai tempi supplementari.

Licata

2
Canicattì 3

Licata: Tilaro, Biondi, Cannizzaro Joel, Grillo, Ortugno, Puccio, Montesanto, Pira (65’ Bonvissuto, 72’ Cannizzaro Domenico), Venniro, Martorana, Scalisi. All. Angelo Vecchio.

Canicattì: Sarcuto, Argento, Montana Lampo, Dosso, Iannello, Guarnotta, Cambiano (70’ Tinnirello), Martino, Pirrotta (86’ Scrimali), Settecase, Falsone (60’ Colley). All. Giovanni Falsone.

Arbitro: Iannello di Messina, assistenti Palla e Fusari di Catania.

Reti: 31’ Scalisi, 53’ Guarnotta, 70’ Settecase, 95’ Grillo (R), 9’ sts Scrimali.

Note: Spettatori 2500 circa con buona rappresentanza ospite. Espulsi Martorana, Colley, Argento e Tilaro.

Licata – Canicattì finale del girone D del campionato di Promozione è stata uno spettacolo nello spettacolo. Centoventi minuti di battaglia con una cornice di pubblico eccezionale e consona ad una partita di diverse categorie superiori. Più di 2500 spettatori, di cui almeno 500 di fede biancorossa. La città di Licata ha risposto da par suo ad un evento calcistico di un certo rilievo, i giocatori in campo, specie i licatesi, hanno dato l’anima, con capitan Grillo ultimo ad arrendersi ad un irriducibile e dalle sette (case) vite Canicattì di Giovanni Falsone. Si sapeva che alla fine della sfida una delle due squadre doveva fermare la corsa verso l’Eccellenza, ma nessuna delle due meritava di non giocare la finale contro il Real Avola. A disputarla, domenica prossima in campo neutro, sarà il Canicattì, che subito il gol del vantaggio licatese ad opera del giovane Scalisi alla mezzora del primo tempo, nella ripresa è apparso indemoniato fino a quando non ha ribaltato il risultato. Il pareggio di Guarnotta e il sorpasso di Settecase faceva presagire ad un 2-1 al termine dei 90’, invece all’ultimo, dei 5’ di recupero concessi dal piccolo, ma sicuro arbitro messinese Iannello, il Licata ha guadagnato con Joel il calcio di rigore del 2-2 realizzato con freddezza da capitan Grillo. Parapiglia in campo e tutti ai tempi supplementari. Adesso per superare il turno il Canicattì è obbligato a vincere. Allora serve l’uomo della provvidenza, Falsone lo aveva messo in campo poco prima del fischio dei 90’, è il classe 1998 Vincenzo Scrimali, che prendeva il posto di Pirrotta. E’ proprio lui al 9’ del sts a bruciare tutti sul tempo e con un guizzo felino a spuntare come un furetto dietro i difensori licatesi e a spingere in rete il pallone del 3-2. Era il gol decisivo e poi tutti a festeggiare sotto la tifoseria biancorossa. Onore agli sconfitti applauditi dai loro tifosi, il Licata e soprattutto la città di Licata merita ben altra categoria, forse Peppino Tirri e Marcello Giavarini presenti in tribuna al Dino Liotta avranno notato qualcosa di diverso rispetto a qualche partita di Lega Pro…

Tonino Butera

 

IL LICATA TIFOSI LICATA

LA RETE DEL 2-1
DI SETTECASE
IL CANICATTI' SI PREPARA
AI TEMPI SUPPLEMENTARI

 

Finale Coppa Primavera Allievi

Academy Favara

3
Futura Raffadali 1

L’inerbato stadio di Aragona ha ospitato un altro evento di calcio giovanile.

L’appello di Calò Castellana per le condizioni di degrado in cui versa lo stadio Totò Russo.

Academy Favara: Grova (1’st Milioto), Vaccaro, Vinci, Pullara, Castronovo (24’st Capizzi), Niesi, Bonaffino (1’st Maria), Di Stefano, Alcamisi, Chianetta (14’st Zambito Marsala), Saieva (35’ st Piscopo). All. Tonino Cusumano.

Futura Raffadali: Intilla (40’st Vizzi), Attardo, Falci (1’st Rizzo), Borsellino, Cardella, Gambino, Cuffaro, Amato (24’st Neri), Di Salvo (14’st Amato), Maragliano, Russotto. All. Antonio Vizzi.

Arbitro: Cacciatore di Agrigento.

Reti: 32’pt Russotto, 40’pt Bonaffino, 27’ st Saieva, 33’ st Alcamisi.

Dopo la finale per l’assegnazione del titolo provinciale Allievi vinto dalla Sangiovannese, lo stadio di Aragona, purtroppo sempre più inerbato e trascurato dall’amministrazione comunale, ha ospitato un'altra finale, quella della coppa Primavera Allievi. Un torneo sperimentale di fine stagione organizzato dal Comitato Provinciale Figc di Agrigento presieduto da Stefano Valenti per premiare la formazioni che in campionato si sono classificate dal terzo al quinto posto. La finale ha messo a confronto l’Academy Favara di Tonino Cusumano e la Futura Raffadali di Antonio Vizzi. La partita è stata per un’ora equilibrata, alla fine ad avere la meglio è stata la squadra favarese, che alla lunga ha legittimato il successo. Dopo le prime schermaglie inziali a portarsi in vantaggio sono stati i raffadalesi del presidente Onofrio Vizzi. Al 32’ del primo tempo, infatti, Russotto ribadiva in rete una corta respinta di Grova. Al 40’ il meritato pareggio dell’Academy Favara realizzato da Bonaffino, su assist di Saieva. L’esterno destro trovava lo spiraglio giusto per battere Intilla. Nella ripresa al 24’ la rete del sorpasso dei favaresi realizzata da Giuseppe Saieva con un bel diagonale che non lasciava scampo ad Intilla. Un minuto dopo la Futura Raffadali aveva l’occasione per pareggiare, ma Russotto, a porta spalancata, calciava male e consentiva a Vaccaro di salvare sulla linea. Al 33’ Alcamisi in contropiede metteva al sicuro il risultato realizzando la rete del 3-1. A fine partita il discorso finale del presidente Valenti e la premiazione dei protagonisti, a partire dall’ottimo arbitro Salvatore Cacciatore alle due squadre, che hanno onorato il calcio giocando in maniera leale e corretta.

Ritornando al discorso iniziale su come viene tenuta la struttura è intervenuto Calò Castellana, decano del calcio aragonese, che calcisticamente ha cresciuto diverse generazioni di ragazzi. << E’ un vero peccato ospitare giovani di altri paesi, in questo caso di Favara e Raffadali e la scorsa settimana di Canicattì e San Giovanni Gemini – dice Castellana – non riesco ancora a spiegarmi come questa amministrazione comunale sia così insensibile ai problemi legati allo sport. Cara amministrazione, caro sindaco Parello, avete l’idea di come il calcio sia un ottimo deterrente per i giovani del nostro paese?. Non è possibile tenere il campo sporco e pieno di erbacce, come non è possibile tenere gli spogliatoi in questo stato di degrado e senza la minima manutenzione. Datevi una svegliata altrimenti come tutte le altre cose che stanno portando il paese al baratro, arriverà anche la morte del calcio aragonese >>.

Tonino Butera

 

LA PREMIAZIONE L'ACADEMY FAVARA VINCITRICE DELLA COPPA PRIMAVERA ALLIEVI PREMIAZIONE FUTURA RAFFADALI

TUTTI ASSIEME PER UNA FOTO RICORDO CALO' CASTELLANA IN MEZZO ALL'ERBACCE
 

Lo stadio di Aragona ha ospitato la finale provinciale categoria Allievi.

SANGIOVANNESE 1
VILLAGE RENATO TRAINA 0

SC Calcio Sangiovannese: Scrudato, Arcieri Andrea (21’st Mangiapane Michelangelo), Scavetto, Rappisi, Schifano, Centinaro, Manetta, Di Piazza (31’ st Pinna), Giracello (31’ st Mangiapane Giuseppe), Lio (42’ st Arceri Antonino), Sansone (24’ st Lupo). All. Totò Narisi.

Village Renato Traina: Todaro Tilli, Bordonaro Christian, Caico (28’ st Bordonaro Giuseppe), Inglima, Calà (15’ st Galante), La Carrubba, Ricotta (30’ pt Gangi), Mantione (40’ st Parla), Onolfo, Morreale, Coniglio. All. Paolo Moncado.

Arbitro: Valerio Navarino, assistenti Bentivegna e Campanella di Agrigento.

Rete: 4’ pt Giracello.

Grazie ad un gol realizzato al 4’ del primo tempo da Marco Giracello la Sangiovannese si laurea campione provinciale della categoria Allievi. I ragazzi di Totò Narisi, sul campo neutro di Aragona, hanno superato con il risultato di 1-0, il Village Renato Traina di Canicattì, che non ha affatto demeritato. La squadra di Paolo Moncado, pur giocando più di un tempo in inferiorità numerica ha fatto tremare fino alla fine i sangiovannesi. Numerosa e rumorosa la presenza di pubblico sulla tribuna dello stadio << Totò Russo >>, che ha ospitato nel migliore dei modi la sfida finale, che alla fine ha premiato la Sangiovannese, che si è laureata campione provinciale della categoria Allievi per la stagione sportiva 2015/2016. A fine partita la premiazione delle due squadre, della terna arbitrale e della U.S.D. Aragona da parte di Stefano Valenti, Presidente della Delegazione Figc di Agrigento.

Tonino Butera

 

L'ingresso in campo
Buona presenza di pubblico LA SANGIOVANNESE ALLIEVI
Il Village Renato Traina LA PREMIAZIONE DELLA SANGIOVANNESE LA PREMIAZIONE DEL VILLAGE RENATO TRAINA CANICATTI'
 

Aragona festeggiata la salvezza nel campionato di Promozione.

Salvezza e festa finale per l’Aragona del presidente Angelo Galluzzo, che al termine di una stagione travagliata, ha ottenuto la salvezza nel campionato di Promozione. Alla fine, gli sforzi sostenuti dalla società, del giovane tecnico favarese Francesco Fanara e dai giocatori sono stati premiati, pertanto l’Aragona, per il settimo anno consecutivo, potrà disputare il campionato di Promozione. Una serata allegra e divertente per tutto l’endurage biancazzurro, dove a tenere banco sono stati i giocatori più esperti, quali il capitano Giovanni Sorce e il bomber Peppe Bennardo. Proprio Sorce ha voluto dire la sua. << Ci tenevo molto a raggiungere il traguardo della salvezza con questa maglia, che indosso da più di 10 anni – dice Sorce – per come si erano messe la salvezza è stata un mezzo miracolo >>. Al capitano fa eco il ds Demetrio Galluzzo. << Questa stagione, ha ancor più evidenziato come ad Aragona, nonostante la passione e l’impegno, fare calcio è diventato una impresa - dice Galluzzo – questo per tutti noi è comunque un momento di gioia. Ringrazio Ciccio Fanara e tutti i giocatori, che hanno creduto in questa società e soprattutto nella salvezza >>. << Ottenere la salvezza in una stagione travagliata del genere è come avere vinto un campionato – dice il dirigente Pietro Rizzo – ad un certo punto della stagione ci siamo ritrovati con pochi giocatori. Per fortuna, e non come ha detto il nostro sindaco, abbiamo un settore giovanile di ragazzi aragonesi da cui abbiamo attinto per chiudere, e bene il campionato >>. Infine l’allenatore giocatore Fanara. << Sono contento e soddisfatto per avere contribuito a portare l’Aragona al traguardo salvezza – dice Fanara – sono stati due mesi intensi e ringrazio tutti, società e calciatori, che si sono impegnati e non hanno ostacolato il mio lavoro >>.

Tonino Butera

 






 

15^ giornata di ritorno.

Campionato di Promozione 15^ giornata di ritorno.

Canicattì 2 : 1
Ragusa Calcio
Licata Calcio 2 : 1
Atletico Gela
Macchitella Gela 4 : 5
Polisportiva Palma
Marina di Ragusa 3 : 1
Aragona
New Team Ragusa 4 : 0 Atletico Caltanissetta
Ravanusa 4 : 2 Comiso
Santa Croce 0 : 0
Casteltermini

Riposa: Sport Club Nissa 1962

 
Altri articoli...

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 142

Prossimi Incontri
Chi è online
 2 visitatori online
CLASSIFICA
SQUADRA Punti

Sport Club Nissa 1962
Promossa in Eccellenza

66
Licata 60
Canicattì 57
Ragusa Calcio 55
Atletico Gela ( -1 ) 42
Santa Croce 38
New Team Ragusa 32
Ravanusa 30
Aragona 30
Atletico Caltanissetta 30
Macchitella Gela 29
Marina di Ragusa 26
Casteltermini 26
Comiso 25
Polisportiva Palma 22

CAMPAGNA

SCENDIAMO TUTTI IN CAMPO

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information